Blog play-music.com

pagina 171

Articoli per strumento:   chitarra   piano   basso   batteria

CORSO GRATUITO DEL MESE: Il blues africano alla batteria

Pubblicato il 16/10/2013 , nel blog batteria

Questo nuovo corso di batteria gratuito sarà l'occasione di mettere in corrispondenza i ritmi africani con la musica blues alla batteria.

Iniziamo con il video per capire subito - grazie all'immagine nonché al suono, con quali tipi di ritmi abbiamo a che fare.

Passiamo ora allo spartito corrispondente. Il tempo è in 12/8 cioè con 4 movimenti a suddivisione ternaria del singolo movimento. Ogni linea si scrive originariamente in 6/8 su due battute... ma per semplificare, abbiamo qui trascritto tutto quanto in 12/8 su una sola battuta.

Il Nanigo è un ritmo afrocubano che prende le sue radici nei cerchi chiusi degli ex schiavi affrancati nonché in altre feste ed interpretazioni religiose. Qui lo tiriamo fuori dal suo contesto iniziale, ossia suonato con le percussioni (campane, djembé, dunun), per utilizzarlo sulla batteria in un accompagnamento moderno.

La cassa suona sul battere di ogni movimento, mentre il rullante suona solo sul battere del secondo e quarto movimento. Fino a qui, nulla di inaccessibile!

La specificità risiede nel charleston che suona in shuffle nella prima battuta cioè suona solamente gli ottavi 1 e 3 della terzina (ritmo 2/3 - 1/3 proprio del blues). Poi nella seconda battuta adattiamo alla batteria una linea di campana tradizionale. Attenzione, la difficoltà risede proprio nel ritmo di questa linea che converrà senza dubbio studiare separatamente all'inizio.

Vediamo un secondo esempio nello stesso spirito:

La prima battuta è identica a quella del primo esempio, mentre la seconda battuta varia riprendendo sul charleston il motivo della clave africana.

Per aiutarti, ecco la registrazione audio corrispondente:

Inoltre, se ti piace la batteria blues o afrocubana, ecco alcuni prodotti che ti potrebbero interessare:

CORSO GRATUITO DEL MESE: Parte di basso e indipendenza al pianoforte

Pubblicato il 03/10/2013 , nel blog piano

Questo nuovo corso di pianoforte gratuito ha come obiettivo di farti lavorare sull'indipendenza della mano sinistra.

Prima di tutto, ecco il video che ti permette di vedere, grazie al suono ma soprattutto grazie all'immagine, come suonare questo piccolo studio tecnico e tuttavia pienamente musicale. È possibile infatti studiare il pianoforte in modo serio pur divertendosi! Guarda quindi il video a tua disposizione ogni volta che ne senti il bisogno!

La mano destra esegue un ostinato a base di accordi da un quarto. Abbiamo due accordi vicini, ossia Do maggiore (C) e Si bemolle (Bb). La mano sinistra invece suona una parte di basso che ritma diverse formule con delle sincopi.

Le diteggiature degli accordi della mano destra nonché quelle delle note di basso (mano sinistra) ti sono indicate nelle prime 4 battute. Basterà conservarle fino alla fine...

La sincope "spezza" qui il ritmo quasi monotono dell'accompagnamento a quarti. È un pò come se la mano destra svolgesse il ruolo del metronomo e facesse da basso regolare alla mano sinistra. È molto facile quando non si ha problemi per leggere la musica, poiché gli ottavi vengono eseguiti tra i quarti, ma lo è di meno quando si è principiante!

Sta a te scegliere la velocità metronomica che più ti si addice per impostare questo esercizio secondo il tuo ritmo. Comincia suonando solamente gli accordi della mano destra. Una volta a tuo agio con questa parte, fai pratica progressivamente con la mano sinistra, due battute alla volta, e ricominciando ogni volta dall'inizio.

Noterai che conserviamo il Mi bequadro sull'accordo di Si bemolle (Bb). Si tratta di un'astuzia che permette di lasciare il Mi "nell'orecchio", il che avvicina i due accordi. È quindi questione di armonia...

Noterai anche che l'esempio videoregistrato va oltre le dodici battute presentate nello spartito soprastante. Questo fa proprio parte dell'esercizio... La mano destra rimane identica per tutto il brano, alternando invariabilmente i nostri due accordi mentre la mano sinistra prosegue il suo lavoro d'indipendenza con nuove sincopi. Sta a te proseguire lo spartito trascrivendo le poche note mancanti alla mano sinistra.

Inoltre se l'indipendenza al pianoforte fa parte dei tuoi argomenti preferiti, i prodotti seguenti ti potranno interessare:

CORSO GRATUITO DEL MESE: Assolo di chitarra Rock/Hard con base musicale

Pubblicato il 03/10/2013 , nel blog chitarra

Questo nuovo corso di chitarra gratuito ti permette d'imparare a suonare un assolo di otto battute in stile rock - hard rock.

Prima di tutto, ecco il video che ti permette di scoprire, grazie al suono ed all'immagine, come suonare questo assolo di chitarra in Sol maggiore (o Mi minore), nello spirito degli anni settanta, in particolare dal punto di vista ritmico. Guardalo ogni volta che lo ritieni necessario!

Diversi accordi sono presenti nel giro armonico che accompagna questo solo di chitarra. Iniziamo con l'accordo di E7/9#, l'accordo rock per eccellenza, che piaceva moltissimo a Jimi Hendrix. Si susseguono poi gli accordi di A, B, C e D, tutti provenienti dalla tonalità di Sol maggiore. Fino a qui, tutto regolare. Attenzione però gli ultimi tre sono dei power chords (5) con tonica e quinta solamente. Per "impregnarti" di questo giro, ascolta la base musicale presentata alla fine della lezione.

Non ci sono grandi difficoltà per interpretare questo solo, se non l'alternanza di passaggi pieni di note (in particolare con i sedicesimi) ed altri meno carichi (con i quarti, le metà, gli interi) i quali saranno utili per "riprendere fiato" e preparare quelli più rapidi.

Iniziamo con un bend di un tono sul tasto 15 che annuncia la prima frase, molto rock, basata sulla pentatonica di Mi minore (relativa minore della pentatonica di Sol maggiore). Possiamo poi respirare nella seconda battuta suonando una nota da due quarti (metà) ed un double stop sul tasto 12, sempre da due quarti. Riprendiamo questo motivo nelle due battute seguenti, ma la frase in sedicesimi varia un pò. Passiamo poi alla battuta 5 riempita di sedicesimi ben lineari utilizzando questa volta la scala di Mi minore armonica (e non più pentatonica). L'accordo di B può in effetti essere considerato come V grado della scala di Mi minore armonica. In seguito abbiamo un susseguirsi di note con un fraseggio molto curato, con bends e slides.

Potrai ovviamente suonare questo assolo di chitarra sulla base musicale sottostante o svilupparlo a piacimento. Approfittane quindi per improvvisare sulla base con l'aiuto delle scale succitate ossia principalmente la pentatonica di Mi minore nonché la scala di Mi minore armonica per il solo accordo di B.

Inoltre se ti piacciono gli assoli di chitarra rock, i prodotti seguenti ti potranno anche interessare:

Non dimenticare di scaricare i corsi di musica gratuiti di questo mese!